Main Attivo Incontro senza impegno per generosi

Potenza ringrazia i Carabinieri per l’impegno e la generosità mostrate verso la popolazione!

Incontro senza impegno per 29030

WhatsApp Condividi Il mondo affettivo è alla portata di un click. Gran parte delle persone, non più giovanissime, vivono gli affari di cuore mediate da uno o più incontri giocati attraverso le chat anche i giovanissimi ne restano incantati. In chat è molto più semplice avere relazioni multiple piuttosto che dedicarsi anima e corpo a un progetto di coppia. È più facile separarsi che affrontare insieme le fatiche della vita. È fuor di dubbio, dati alla mano, che i siti di incontri hanno recentemente invaso il mondo, i nostri computer e i nostri cellulari. Non resta che tuffarsi nel grande mondo del web per vedere che cosa accade.

Sette premi per sette persone, associazioni oppure aziende che si sono distinte per il loro lavoro, quotidiano e muto. Viene premiato il contributo che ogni dà per migliorare la vita degli altri, con il proprio tempo, la propria professionalità, il proprio lavoro». Insieme la malattia e la sofferenza ha a che fare anche Francesca Bocchi, medico di base che ha allargato come anche solo la scelta di un foulard o di una chioma possa offrire ai pazienti in chemioterapia una parentesi ludica e uno impulso per affrontare più serenamente la affezione. E poi ci sono i professionisti, che aiutano gli altri con il loro lavoro, come Marta La Licata, autrice Rai, che dà voce alle storie al femminile, «perché le donne di oggi possano capire qual è la loro forza», e Chiara Azzolari, con i suoi laboratori sulla legalità: «Dare ai ragazzi un ruolo — dice — significa insegnargli a attenersi le regole». E infine lui, Mauro Biondini, che con il suo attivitа di autore di programmi e documentari ha contribuito a far conoscere Parma ai par- migiani. Mi piace badare di raccogliere tutte le emozioni, la storia, la cultura di questa città e di trasmetterle ai giovani, addirittura i nuovi parmigiani, affinché questa abbondanza e i suoi valori non vadano perduti».

Cari amici, è sempre motivo di allegria e di speranza poter avere questi incontri. Grazie di averlo reso effettuabile e di regalarmi questa opportunità. Ringraziamenti di cuore per la vostra balletto, tanto bella, e le vostre domande. Io conoscevo le domande: le avevo ricevute e le conoscevo, e ho preparato alcuni punti per riflettere insieme voi su queste domande. Liridona, dopo aver condiviso con noi le tue aspirazioni, mi chiedevi: «Sogno troppo? Una domanda molto bella, a cui mi piacerebbe poter rispondere insieme. Per voi, Liridona sogna troppo?