Main Attivo Sesso nelle diverse culture a disposizione per tutte

Il sesso nelle diverse culture: storia cultura e religione

Sesso nelle 65026

Attraverso uno studio antropologico della cultura è possibile risalire alle origini di tali differenze. Ma più in generale, nel linguaggio filosofico più comune, il termine è stato usato per indicare il limite e, per certi aspetti, i caratteri negativi della finitezza umana. I rituali del corteggiamento e del sesso sono propri di numerose culture che ancora oggi vengono considerate tabù. Sono in maggior misura le donne, da occidente a oriente, coloro che utilizzano il proprio corpo per sedurre gli uomini. Le donne giapponesi, cinesi o thailandesi, ad esempio, scoprono la nuca raccogliendo i capelli in modo da scoprire la grazia del collo, il loro kimono è fatto in modo tale da lasciare scoperto il collo e la schiena nuda ogni qualvolta si abbassino. Possiamo pensare alle brasiliane o argentine e i loro tanga, alle occidentali che esibiscono profonde scollature o ancora alle indiane che truccano in modo evidente gli occhi dato che considerano lo sguardo come la parte più seducente del corpo umano. In Amazzonia invece è il sorriso delle ragazze ad essere apprezzato. Come abbiamo visto le parti del corpo o i comportamenti considerati erotici e sessualizzanti cambiano a seconda della storia che sta alla base della cultura di riferimento. Vivere la sessualità in modo chiuso e con un senso di colpa pervasivo non ci permette di godere al cento per cento quello che il nostro corpo ci potrebbe offrire se ci lasciassimo andare senza preconcetti o paure.

Tanti ragazzi non hanno una conoscenza accurata riguardo il vastissimo mondo della sessualità e i corsi scolastici si focalizzano prevalentemente sugli aspetti negativi, senza affidare spazio alla dimensione del piacere, perché tradizionalmente incentrati sui potenziali rischi della sessualità, come le gravidanze indesiderate e le malattie sessualmente trasmissibili. È limpido che un tale focus negativo suscita spesso molte paure in bambini e ragazzi e, per di più, non risponde al loro bisogno di individuo informati e di acquisire competenze. Apprendere il proprio corpo è di basilare importanza non solo per raggiungere il piacere, ma anche per entrare in contatto con se stessi, accettarsi e scoprire con più consapevolezza il immacolato della sessualità. Specialmente nel panorama dell'Italia, basti solo pensare alla programmazione vespertino di Rai e Mediaset dove addensato corpi longilinei, glabri e tonici fanno da cornice allo show televisivo, suggerendo un ideale di bellezza che ha molto poco a che fare insieme la realtà. La visione della sessualità che il porno offre è di certo molto ambigua, essendo messe in scena situazioni in cui si descrive una donna sempre disponibile e un uomo sempre potente. Per di più, non mancano di certo sequenze di abuso o di stupro, reali oppure meno, di cui sono pieni zeppi praticamente tutti i siti porno, in cui la donna finge persino di godere della violenza subita. Se abbandonato il mondo del porno presentasse delle figure più conformi ai nostri canone e introducesse dinamiche più vicine alla nostra quotidianità e soprattutto alla quotidianità della nostra sessualità, allora potremmo considerare a questo mondo con un attenzione più fiducioso. Una valida opzione esiste e si parla infatti di Erotico al femminile per indicare le diverse e numerose iniziative finalizzate a concepire una pornografia capace di prendere le distanze rispetto a quella maschile, genere di donne sottomesse e scenari ripetitivi, in favore di un maggiore implicazione emotivo e non solo. Il collegiale svedese di sole donne New Level of Pornography propone dei filmati in cui si illumina la donna come parte attiva del rapporto, che caccia consapevolmente il proprio piacere al contrapposto di quella presente nella pornografia classica, presentata come accessorio erotico alla mercé della mascolinità.

Ebraismo[ modifica modifica wikitesto ] Nella diritto ebraica il sesso non viene affermato come intrinsecamente peccaminoso o vergognoso sempre che sia condotto nell'alveo matrimoniale, né tanto meno era considerato come un male necessario ai fini della procreazione; l'estrinsecazione della sessualità viene considerata come una serie di atti provati e santi compiuti tra marito e compagna. Il residuo del sesso, come ogni altro fluido corporeo perduto, è sempre stato considerato impuro al di all'aperto del corpo e richiedeva un' lavacro di purificazione. Recentemente, un certo deposito di studiosi hanno messo in controverso che l' Antico Testamento abbia vietato con forza ogni forma di omosessualità, sollevando questioni di traduzione e di riferimenti ad antiche pratiche culturali [21]. L'omosessualità, tuttavia, nel giudaismo rabbinico veniva denunciata con chiarezza. Legge mosaica[ cambiamento modifica wikitesto ] E Dio li benedisse e Dio disse loro: Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite la terra e soggiogatela e dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e su tutte le bestie che calpestano sulla terra. Concepimento La Torahpur essendo assai franca nella sua descrizione di vari atti sessuali, proibisce certi rapporti. Vale a discorrere, l' adulteriotutte le forme di incestol' omosessualità maschile, la zoofiliaed introdusse l'idea che non si debba avere rapporti sessuali durante il periodo o durata della moglie: Non ti unirai immoralmente con la moglie del tuo adiacente, per diventare contaminato da lei.