Main Esperienze Le mie mutandine sono sempre bagnate mettimi a pecorina sfondami

Sogno di un adolescente

Le mie 32620

Un mix di realtà e fantasia; dove, a parte me protagonista principale in tutte le storie scrittei soggetti prendono spunto dalle caratteristiche di alcune persone che hanno colpito, sedotto, incuriosito o convissuto momenti della mia vita Ogni racconto è stato un regalo a queste persone per ringraziarle di aver condiviso con me dei momenti erotici o anche non necessariamente tali. Il linguaggio è spinto, non perché la volgarità voglia rappresentare qualcosa, ma solamente perché a volte, quando si fa sesso, la carnalità e il turpiloquio sono delle caratteristiche peculiari indiscusse… e non è per una mia voglia particolare, ma per espressa richiesta di lettrici che in questo modo si vedono trasportate nelle loro fantasie e situazioni reali. Buona lettura e spero che siano tutti di vostro gradimento. Indice Massaggio tantrico

Il nome di Maria Cristina lo impiego solo quando svolgo le mie funzioni di magistrato. Il mio lavoro mi consente, appena lo voglio, di anteporre gli uomini più belli, che apprezzano le mie lunghe gambe, la mia eleganza ed il mio fondoschiena. Avendo in casa un altro magistrato, in odore di promozione a Presidente dei G. Ovviamente, tutto il mio compenso è impiegato anche per comprare vestiti griffati e scarpe con calze, cose di cui vado veramente pazza. In filarsi un paio di collant , dopo una ceretta, fatta con aristocrazia al miele, sentire la seta oppure il collant setificato che scivola aguzzo alla mia gattina , mi apertura quasi sempre a concludere con una grande masturbazione. Nessuno potrebbe prendere le parti di Edoardo, il mio conducente, visto che ho un potere seduttivo su tutti e con qualcuno ci sono anche finita a letto.

Mi prese per mano e dopo esserci fatti la doccia andammo a addormentarsi. Ci ripulimmo e tornammo verso abitazione, facendo un lungo giro per appoggiare alla prova come si deve la nuova auto. La mia reazione fu molto decisa e spontanea, accettai adesso la proposta, riservandomi solo di dichiarare la data precisa in cui avrei potuto liberarmi dal mio vecchio collocazione, non volevo creare problemi, si erano sempre comportati correttamente con me e mi sembrava brutto andarmene senza dar loro il tempo di cercare un sostituto. Mi risposero che avrei legittimo fare in modo di liberarmi in fretta, volevano farmi iniziare al più presto, considerando che avrei avuto desiderio di un periodo di formazione, partendo praticamente da zero. Andai anche dai miei genitori, anche loro furono notevole sorpresi e dubbiosi per la ambasciata, poi mi fecero gli auguri, in fin dei conti era una possibilità da non lasciarsi sfuggire, mio autore soprattutto fu molto orgoglioso che mi avessero scelto, gli dissi che epoca stato Paolo a raccomandarmi e mi chiesero di ringraziarlo da parte esse. A pranzo Simona mi disse affinché quella sera sarebbe voluta andare in un locale in Svizzera, vicino a Lugano, me ne aveva già parlato tempo prima; si trattava di un posto dove si faceva scambio di coppie, voyeurismo, sesso di gruppo e tutte le possibili deviazioni sessuali. Non mi ero mai convinto della annuncio, ma ormai non mi spaventava più niente, partimmo per Lugano appena terminato di mangiare, dista un centinaio di chilometri dalla mia città ed arrivammo nel pomeriggio, passammo il resto della giornata visitando la città. Considerando affinché la serata sarebbe finita molto tardi riservammo due camere in un albergo, una matrimoniale per noi ed una singola per Paolo, cenammo in un ristorante ed arrivammo al locale attorno alle Il posto si trovava appena fuori città, un enorme barriera conduceva in una vecchia ed colossale villa, ben ristrutturata e curata, erano soci di questo esclusivo club da parecchi anni, erano andati altre volte da soli e con Massimo, il ragazzo con cui stava Simona avanti di me, mi avevano spiegato come funzionava e cosa avrei potuto assistere.

Aneddoto di ferragosto per voi maialone in calura Erano settimane che il sole non dava tregua e non potevo far altro che starmene in abitazione a soffrire la calura data limprovvisa ed inaspettata rottura dellimpianto di costrizione dellaria. Mio marito come suo abituale era completamente assorbito dal suo attivitа, che era lunico e sostanzioso entrata della nostra famiglia. Bambini non ne avevamo avuto a causa della mia infertilità, quindi io ero completamente immersa nella mia disperata solitudine domestica in attesa del suo ritorno a abitazione a sera inoltrata. Già sapevo, affinché come suo solito al rientro Marco si sarebbe sbarazzato dei vestiti eleganti, una doccia veloce ed avrebbe trangugiato la cena senza quasi proferire definizione, per poi incollarsi alla televisione oppure al PC, prima di stramazzare a letto moribondo. Erano mesi che non si degnava di avvicinarsi a me, con la scusa della possibile avanzamento se avesse terminato brillantemente lultimo commissione affidatogli, si dedicava completamente al adatto lavoro. Mi sentivo tremendamente frustrata. Ero arrivata al classico punto della attivitа di una donna in cui non si sente più attraente. Negli ultimi tempi mi sembrava di essere diventata invisibile agli occhi degli altri uomini.