Main Profili Anche sadomaso tanto sesso

Così il Bdsm ha cambiato la mia vita : non solo sessuale

Anche sadomaso tanto sesso 40706

La prima volta in cui sentii parlare, in un contesto clinico, delle fantasie di sottomissione di una paziente fu durante un gruppo di supervisione. Avevo sui ventiquattro anni e abitavo ancora a Milano. Alcuni colleghi più anziani mi guardarono come se pensassero che sarebbe stato meglio tapparmi le orecchie. Non era necessario, ma non avevo mai pensato alla cosa nel mondo reale. Per quanto assurdo sia, mi sembrava che fosse un argomento del tutto teorico. Cioè, nella mia naïveté, non avevo ancora riflettuto su come viviamo immersi nelle dinamiche di potere, su come le dinamiche di potere facciano parte della natura umana e su come quindi permeino ogni aspetto della vita delle persone, compreso quello sessuale. Aveva molti più clienti di me.

Le pratiche sadomaso non sono rare nella nostra società e sono comprese nella sigla BDSM , che nella sempre più lussureggiante foresta di acronimi affinché ci arrivano da oltreoceano significa letteralmente Bondage-Disciplina-Dominazione-Sottomissione-Sadismo-Maoschismo. Il BDSM dal richiamo eccellente Eighties , ha un impatto all'improvviso concreto sulla vita sessuale di un numero crescente di persone che di una guida pratica, veloce e innocuo sul sesso non saprebbero cosa farne. Cosa significa BDSM? Insomma: un'ampia insieme di esercizi sadomaso. Chi ha compreso 50 sfumature di grigio e freme nell'attesa del sequel ha almeno un'idea di che cosa si tratta sicuri? Bah , ma forse andrebbe migliore una lettura del Marchese De Sade, fonte cult circa il discorso sadomaso. Qual è il fine ultimo delle pratiche BDSM? Il piacere sessuale, direte voi. Beh, non sempre o almeno non solo.

Siamo tutti Bdsm. Scoprendo di volta in volta che quelli che credeva individuo i suoi limiti personali erano labili e valicabili. La vera svolta quindi non sono le pratiche sessuali, bensм le persone. Ma prima di complessivo noi stessi e la nostra capacità di aprirci agli altri e di metterci in discussione. Mi chiamo Marinara, ho trentanove anni e nei confronti del sesso ho sempre avuto un atteggiamento libero e consapevole. A ventotto anni ho intrapreso una relazione insieme un dominante: praticava da molto cielo e me ne parlava spesso. Perché ho deciso di provare Inizialmente è stata soprattutto una sfida con me stessa: lui, dimostrando grande esperienza ed intelligenza, è andato per gradi.